Mani, prendi queste mie mani, fanne vita e fanne amore

L'8 dicembre dello scorso anno, Papa Francesco ha indetto il Giubileo della Misericordia: un atto rivoluzionario e, a suo modo, sovversivo, in un'epoca in cui la cattiveria, gratuita e infondata, la fa da padrone.

Navigando con una certa costanza nel web, e in particolar modo sui social, mi sono resa conto che vi è un attaccamento morboso alla cattiveria: gente che deride e diffama altra gente, offese lanciate contro persone che nemmeno si conoscono, commenti sprezzanti solo per un "sentito dire". E, con tristezza, mi accorgo che cose del genere riscuotono anche un discreto successo. Perché? Mal comune mezzo gaudio, si usa dire.

Il vero motivo di fondo di tanta cattiveria? Invidia. Ovvero, la paura che altri possano scalfire il piedistallo che ci siamo costruiti. Allora attacchiamo, prima che siano gli altri a farlo nei nostri confronti. È un comportamento insito nell'uomo fin dagli inizi dei tempi. "Homo homini lupus", recitava il commediografo latino Plauto, l'uomo è un lupo per l'uomo: si cercano di danneggiare ed eliminare tutti coloro che sono di ostacolo alla realizzazione dei nostri desideri. Comportamento insito nei livelli più bassi della natura umana, ma quanto mai contrario alla capacità di ragionare e provare empatia propria di ogni uomo.

È ora di opporsi a tutto ciò, di andare controcorrente: smettiamola di spianare la strada alla cattiveria e cominciamo a costruire una società più rilassata e meno invidiosa. Come? Smettendo di dar retta ai pettegolezzi, evitando di fomentare giudizi e critiche, cercando di parlare con le persone prima di condannarle. Che, magari, poi ci si rende conto che le cose stanno diversamente da come ci sono state raccontate.

Avviciniamoci alle persone in punta di piedi, soprattutto perché non sappiamo nulla di ciò che vivono e provano. Ad una persona che non conoscete stringete la mano, non la prendete mica a schiaffi, o no? Così si deve fare anche nel resto! Stringiamo più mani. Così le mani si apriranno e i pugni scompariranno!

"La cattiveria è una luce fredda in cui ogni cosa perde colore, e lo perde per sempre" (A. Baricco).

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI BAGS4DREAMS

LE SOLUZIONI PER LA TUA AZIENDA

L' OFFERTA PER LA TUA AZIENDA

Chiudi il menu