VENISSA

GESTIONE

Famiglia Bisol

ATTIVITA’

RISTORAZIONE, ALLOGGIO, PRODUZIONE VINI

UN PO’ DI STORIA

La Tenuta Venissa sorge a Mazzorbo, isola che assieme a Torcello e Burano rappresenta la Venezia Nativa: un arcipelago di natura, colori, sapori e arte.

Il primo nucleo abitato di Venezia si è insediato tra queste isole, in particolare Mazzorbo, con una storia agricola e vitivinicola che può essere fatta risalire fino a 2.500 anni fa. Piazza San Marco fino al 1.100 era un vigneto: le piazze che oggi si chiamano “Campi” devono il loro nome perché anticamente furono terreni coltivati. In un luogo costituito per l’80% da acqua, quel 20% di terra emersa era considerata cosa sacra e serviva per lo più per la sopravvivenza e l’autosufficienza della repubblica veneziana. Nel corso dei secoli la città si è poi sviluppata come la conosciamo oggi, mentre Mazzorbo, con le sue 20 chiese, divenne un convento, almeno fino all’800 quando le leggi napoleoniche lo chiusero dandolo in affitto a famiglie private.

Venissa è un perfetto esempio di “vigna murata” di epoca medioevale, con un campanile trecentesco, recuperata dalla famiglia Bisol, al cui interno si trova il vitigno Dorona di Venezia, uva autoctona della laguna coltivata per secoli e quasi estinta a seguito della grande acqua alta del 1966. La Dorona (“uva d’oro”) di Venezia è un vitigno autoctono a bacca bianca, che si è adattato all’acqua alta e alle particolari condizioni di questo terroir unico al mondo, di cui nel 2002 Gianluca Bisol trova gli ultimi 88 esemplari, sparsi tra i giardini e le vigne di Venezia. Da qui nasce l’idea di reimpiantare questo vitigno che, coltivato in laguna, dona un nettare unico al mondo. Il luogo ideale è nell’isola di Mazzorbo, la tenuta Scarpa Volo: vigna murata e cantina per secoli, dove la famiglia Bisol ha deciso di ripiantare 4000 piante di Dorona (0,8 ettari) che ogni anno danno vita a 3000 bottiglie. La bottiglia omaggia il passato di Venezia, rendendo onore a tre tradizioni locali: il vino, l’oro e il vetro. Una delle maggiori tradizioni dell’artigianato veneziano è quella dei Battiloro, famiglie che battono l’oro a mano, fino a creare delle impalpabili foglie d’oro. Le foglie d’oro della tradizione veneziana vengono applicate a mano su ogni bottiglia, e fuse nel vetro all’interno dei forni delle vetrerie di Murano. Venissa ha dato il via alla rinascita del vino in laguna, terroir che si sta facendo velocemente conoscere tra gli appassionati. Dopo Venissa è nato il Rosso Venissa, da un vigneto vecchio di oltre 50 anni situato nell’Isola di Santa Cristina, a base di Merlot e Carmenere. Produzioni che hanno subito riscontrato l’interesse degli appassionati: la prima annata del Rosso Venissa, il 2011, è stato premiato con 93 punti dalla guida Veronelli, mentre il Venissa 2012 è stato giudicato Wine of the Year ad Aspen e miglior vino bianco al mondo nella classifica annuale stilata da VinePair. 

Venissa propone una cucina d’avanguardia, coordinata da Francesco Brutto, premiato nella guida “Ristoranti L’espresso 2017” come miglior giovane chef italiano e da Chiara Pavan, premiata come miglior cuoca dell’anno nella guida “Ristoranti L’espresso 2019”. Per vivere a pieno l’esperienza di Venissa si può dormire in una delle cinque camere del Wine Resort, situate all’interno della tenuta, tra la laguna e il vigneto, o nelle tredici camere di Casa Burano, al di là del ponte, nell’isola dei pescatori, dei merletti e delle case colorate.

Crediamo che Venissa con la sua crescita possa aiutare a preservare le tradizioni locali e a consolidare a Venezia un turismo attento e sostenibile”, ha affermato Matteo Bisol, figlio di Gianluca e direttore di Venissa.

Venissa, alla fine, è un progetto di recupero agricolo e ospitalità sostenibile sull’isola di Mazzorbo, nella parte più incontaminata della laguna di Venezia.

LA DIREZIONE DI VENISSA

Crediamo che Venissa con

la sua crescita possa

aiutare a preservare le tradizioni locali e

a consolidare a Venezia un turismo attento

e sostenibile

MATTEO BISOL

PRODOTTI

VINI

Venissa ha voluto mantenere la tradizione della vinificazione veneziana: una lunga macerazione di almeno 30 giorni seguiti da altri 18 mesi di affinamento in vasche di acciaio: questo perchè a Venezia, per ragioni ovvie, non esistono le cantine e quindi bisogna estrarre i tannini che permettono al vino di sopportare anche le estati più calde.

Venissa, una delle due linee prodotte, è uno dei vini più ricercati dagli appassionati. Nel 2016 è stato giudicato da VinePair come miglior vino bianco al mondo, un vino unico con note salmastre che richiamano la laguna e i suoi profumi: Venissa è un grande bianco da collezione con un’eccellente longevità. Alla fermentazione in acciaio seguono 48 mesi di affinamento in contenitori inerti di cemento, per poi concludere con qualche mese in bottiglia. La 2016 è la settima annata di Venissa Bianco, che promette di essere la migliore del decennio.

Ecco le tipologie:

  • Venissa Bianco: vitigno Dorona di Venezia dell’Isola di Mazzorbo, Fermentazione in acciaio, Affinamento 48 mesi in vasche di cemento, gradaz, alc. 13%

  • Venissa Rosso: uvaggio di Merlot e Cabernet Sauvignon dell’isola Santa Cristina, Fermentazione in acciaio, Affinamento 12 mesi in barrique di rovere francese, gradaz. Alc. 14%

  • Venusa Bianco: vitigno Dorona di Venezia, Fermentazione in acciaio, Affinamento 24 mesi in vasche di cemento, gradaz. Alc. 12,5%

  • Venusa Rosso: uvaggio di Merlot e Cabernet Sauvignon dell’isola Santa Cristina, Fermentazione in acciaio, Affinamento 36 mesi in vasche di cemento e 12 mesi in bottiglia, Gradaz. Alc. 14%

.

ESPERIENZE

Il turismo consapevole è importante per sostenere le piccole realtà locali con le loro tradizioni, è solo dormendo in queste isole che la gente può davvero apprezzare la laguna. Oggi il turismo è per il 99% giornaliero, la nostra strategia è quella di far arrivare persone che rimangano di più nelle isole, Li coccoliamo con i nostri servizi, gli facciamo vivere esperienze uniche come quelle in barca con i pescatori, insegniamo loro a vogare “alla veneta” e gli facciamo scoprire la tradizione del merletto. Tutte azioni che mettono in moto quell’economia circolare che sostiene le tradizioni dell’isola, dai pescatori alle merlettaie fino alla remiera locale. Questo è il nostro sogno, un turismo che possa preservare la bellezza e le tradizioni delle isole di cui ci siamo innamorati “, sostiene il Direttore Matteo Bisol.

Per rendere il soggiorno a Venissa ancora più indimenticabile, immergendosi nell’atmosfera della Venezia Nativa, la famiglia Bisol ha curato una molteplicità di esperienze da provare lasciandosi emozionare dalle maestranze, dalle eccellenze e dalla bellezza naturale di queste isole patrimonio UNESCO:

WINE EXPERIENCES:

STORIA: un’esperienza completa, che inizia con un tour approfondito del vigneto di Mazzorbo e la storia della viticoltura lagunare, e prosegue con una degustazione di sei vini che rappresentano perfettamente l’intera produzione di Venissa, tra annate correnti e annate storiche di rossi e bianchi.

DURATA: 01.30 PREZZO: 90€ a persona

VIAGGIO: il tour inizia con una passeggiata tra i filari della vigna murata, durante la quale gli ospiti seguiranno il racconto della storia di Venissa e dei vini unici che vengono prodotti in queste isole. Seguirà una degustazione di quattro vini delle annate più recenti, ciascuno a perfetta rappresentazione della nostra interpretazione delle tradizioni di Venezia.

DURATA: 01.00 PREZZO: 65€ a persona

DORONA: l’introduzione perfetta al progetto Venissa. Visita al vigneto di Mazzorbo per scoprire la storia di Venissa e della Dorona, l’uva nativa della laguna, da cui nascono i particolarissimi vini bianchi di Venissa. A seguire, assaggio di due vini bianchi da uva Dorona, entrambi dell’ultima annata, per coglierne sfumature ed unicità.

DURATA: 00.45 PREZZO: 45€ a persona.

VERTICALE VENISSA: si inizia il percorso con la visita alla vigna murata, dove, insieme al wine ambassador, si conosceranno tutti i dettagli della storia di Venissa e dei suoi vini unici al mondo. Il tour proseguirà con una verticale del vino-simbolo di Venissa, il Venissa. Si assaggeranno tutte le annate di Venissa Bianco dall’inizio della produzione, dalla primissima all’annata corrente. I vini fanno ora parte della Venissa Vintage Collection.

DURATA: 02.00 PREZZO: a richiesta

OSTERIA CONTEMPORANEA: Un posto in cui il tempo scorre più lentamente, tra i profumi e i sapori della laguna di Venezia. Si

potranno degustare piatti d’ispirazione lagunare dallo spirito moderno – dai cicchetti stagionali al pescato del giorno, passando

per una selezione di primi di mare e di terra. Un luogo dove condividere sapori, una bottiglia di vino e un momento di relax,

immersi nel verde del giardino con vista sul vigneto. C’è anche il BAR, aperto tutti i giorni da mattino a sera, il Bar è il luogo

perfetto dove godersi un aperitivo immersi nel verde della tenuta con vista vigneto, sorseggiando uno dei cocktail signature, un

calice di vino e godersi una selezione dei cicchetti e dei piatti dell’Osteria Contemporanea.

DURATA: a piacere PREZZO: a richiesta.

RISTORANTE (stella Michelin+ stella verde Michelin): ospitato nella suggestiva sala del Cantinone della tenuta, il Ristorante Venissa

farà vivere un’esperienza culinaria legata a doppio filo con il territorio della Venezia Nativa e i suoi ingredienti – le erbe, i vegetali

degli orti della tenuta, e il pesce della laguna e dell’alto adriatico. Qui, gli chef Chiara Pavan e Francesco Brutto propongono

un’esperienza di cucina ambientale: una cucina che descrive l’ambiente circostante e, allo stesso tempo, fa una riflessione

sull’impronta che lascia sul territorio. L’impegno del Ristorante Venissa verso pratiche di cucina sostenibile è stato premiato con

la Stella Verde Michelin. Al Ristorante è possibile scegliere tra un percorso di degustazione a sette o a dieci portate.

L’abbinamento vini e la wine list prediligono etichette provenienti da piccoli produttori artigiani non convenzionali. il Ristorante si

arricchisce dello Chef’s table – un tavolo condiviso dove vivere un’esperienza esclusiva a stretto contatto con gli Chef. Inoltre, si

può scegliere di iniziare l’esperienza con un viaggio in barca che attraversa la laguna – da Venezia o da Altino – fino all’isola di

Mazzorbo e alla tenuta Venissa.

DURATA: a piacere

PREZZI:

– Menù degustazione 7 portate (vini esclusi) 1 – 8 persone 150€ a persona

– Menù degustazione + transfer 7 portate (vini esclusi) 1 – 8 persone 220€ a persona

– Menù degustazione 10 portate (vini esclusi) 1 – 8 persone 175€ a persona

– Menù degustazione + transfer 10 portate (vini esclusi) 1 – 8 persone 245€ a persona

– Chef’s table : 10 portate (vino incluso) 1 – 4 persone 320€ a persona

– Chef’s table : + transfer 10 portate (vino incluso) 1 – 4 persone 385€ a persona

ARTE E ARTIGIANATO:

– TOUR DELLE ISOLE: insieme ad una guida locale d’eccezione per scoprire le storie e i segreti delle isole della Venezia Nativa – Mazzorbo, Burano e Torcello

– IL MERLETTO: il merletto di Burano vanta una tradizione centenaria. Nell’atelier di Martina Vidal, tra qualità artigiana e appeal moderno, si potrà ammirarlo in tutte le sue espressioni e anche seguire una lezione di merletto (su richiesta).

– L’ULTIMO BATTILORO: la famiglia Berta Battiloro è l’ultima rimasta a portare avanti l’antichissimo mestiere di battere l’oro a mano non solo a Venezia, ma in Europa. Visita del laboratorio per toccare con mano quest’arte finissima.

SPORT E NATURA:

– VOGA ALLA VENETA: Grazie alla collaborazione con la Remiera di Burano, gli ospiti di Venissa potranno provare l’emozione di vogare nella pace della laguna guidati da maestri di voga locali.

– PESCATURISMO IN LAGUNA: Domenico è uno degli ultimi pescatori di Burano, e porta avanti la tradizione delle moeche a Torcello. Scoprire la laguna e le tecniche di pesca in barca con lui è un’esperienza unica.

VENISSA RESORT: cinque camere recuperate dall’antica tenuta e ristrutturate con gusto essenziale e con un décor che richiama i

colori della laguna per un soggiorno rigenerante. Le camere di Venissa Wine Resort – cinque in tutto – sono decorate in modo

essenziale con colori che richiamano la palette lagunare per un soggiorno rilassante e riposante e per poter immergersi

nell’atmosfera della Venezia Nativa e farne il punto di partenza di un viaggio alla scoperta delle meraviglie della laguna.

PREZZI a persona: da 160€ a 240€ flessibili.

CASA BURANO: è il progetto di ospitalità diffusa di Venissa sull’isola di Burano. Tredici camere divise tra cinque tipiche casette colorate

nascoste tra i vicoli dell’isola dei pescatori. Un’immersione nell’atmosfera di questi lunghi magici,la bellezza di uscire di casa e

conoscere i volti,le storie delle persone che per anni hanno abitato e dato vita all’isola di Burano. I colori delle case non sono altro

che il riflesso degli abitanti, ognuno con le proprie caratteristiche uniche, ognuno con i propri racconti e sfaccettature. L’hotel non

è più solo una camera, si espande alle esperienze che un’isola unica al mondo come Burano e la laguna di Venezia ti possono

offrire.

PREZZI a persona: da 140€ a 260€ flessibili

TOUR ENOGASTROMICI: in partenariato con Taste Veneto:

  • Tour Enogastronomico sulle Colline del Prosecco e Vicentine (2 gg. e 2 notti; 593 € a persona)

https://www.venetoinside.com/it/veneto/tour-esperienze/tour-enogastronomico-colline-prosecco-e-colline-vicentine

  • Tour Enogastronomico nelle Valli Veronesi (2 gg. e 2 notti; 554 € a persona)

https://www.venetoinside.com/it/veneto/tour-esperienze/tour-enogastronomico-valpolicella-verona-e-le-sue-colline

 

TORNA ALLA HOME

VAI ALLA MAPPA “FOOD, WINE & MORE, Veneto Experience”

SCARICA L’APPLICAZIONE E SCOPRI I CONTENUTI MULTIMEDIALI E INTERATTIVI in Realtà Aumentata

I Tag di VENISSA

Follow us